Skip to main content

You are here

Per gli animali marini la vita si fa sempre più dura

Aiuto con

Grazie alla tua offerta proteggiamo l’ecosistema marino

Quota personale

L'importo inserito è inferiore all'importo minimo di CHF 1
Chiama il nostro centro servizio per un'offerta su questo montante: 091 820 60 00
CHF
Ogni franco in più rafforza la protezione dell'ambiente.
© shutterstock

Tutelare mari e coste

In nessun luogo gli animali marini sono al sicuro dalla pesca

Oltre il 70 per cento della superficie terrestre è ricoperto d’acqua: i mari sono immense riserve di ossigeno, regolano il clima, ospitano numerose specie animali e vegetali e rappresentano una fonte di sostentamento per centinaia di milioni di persone. Nelle reti dell’industria ittica, però, rimangono impigliati non solo i pesci commestibili, ma anche altri animali che in realtà ai pescatori non interessano, come delfini, balene, squali e tartarughe marine.

Sovrapesca e catture accidentali

Ogni anno vengono pescate circa 79 milioni di tonnellate di pesce e frutti di mare: il quadruplo rispetto a cinquant’anni fa. A causa dei suoi metodi di pesca insensati, l’industria ittica è responsabile ogni anno della morte di milioni di esseri viventi che finiscono incidentalmente nelle reti dei grandi pescherecci industriali. Secondo alcune stime, ogni anno 250 000 tartarughe marine, 300 000 balene e delfini, milioni di squali e 300 000 uccelli marini sono vittime della cosiddetta «cattura accidentale».
© WWF-Switzerland/Rowlands/GP

Inquinamento mortale

Il mare è diventato l’immondezzaio della società del benessere. Gli incidenti in ambito di perforazioni petrolifere e trasporto di greggio causano gravi danni ambientali.
© Donald Miller / WWF

Obiettivo del WWF: tutelare il 10% dei mari entro il 2020

Con il tuo sostegno il WWF intende proteggere altre aree marine particolarmente importanti per le specie minacciate. Oggi, infatti, nemmeno il tre per cento dei mari è tutelato. Nelle nuove aree protette la pesca è fortemente limitata o completamente vietata. Il nostro obiettivo è far sì che gli effettivi minacciati tornino a crescere e l’immensa biodiversità marina si conservi a lungo termine.

Un piano di salvataggio completo

  • Contribuiamo all'istituzione di aree marine protette.

  • Ci impegniamo per contrastare la pesca eccessiva e per la riduzione delle catture accidentali.

  • Sosteniamo il controllo esercitato dalla Commissione baleniera internazionale IWC sulla caccia alle balene.

  • Forniamo consulenza alle aziende che intendono passare a specie ittiche sostenibili e informiamo i consumatori.

Balene

La presenza delle balene (Cetaceae) sulla Terra risale a oltre 30 milioni di anni fa.
© Brian J. Skerry / National Geographic Stock / WWF

Tartarughe marine

Le tartarughe marine popolano gli oceani da oltre 100 milioni di anni. Oggi, purtroppo, sei specie di tartarughe su sette sono a rischio.
© istockphoto.com / WWF

Delfini

Come tutti i mammiferi, anche i delfini allattano i propri cuccioli, che riescono così a formare lo strato di grasso che li protegge dalle fredde temperature del mare. Il legame tra la mamma e il neonato è molto forte: rimangono infatti uniti per circa tre anni, finché il giovane delfino si aggrega a un proprio gruppo.
© Brian J. Skerry / National Geographic Stock / WWF

Voglio contribuire con

CHF 50
CHF 100
CHF 150

Ecco un esempio di cosa possiamo fare

Con CHF

La fauna marina è di un’incredibile bellezza

Oltre il 70 per cento della superficie terrestre è ricoperto d’acqua: i mari sono immense riserve di ossigeno, regolano il clima, ospitano numerose specie animali e vegetali e rappresentano una fonte di sostentamento per centinaia di milioni di persone. Proteggendoli, preserviamo un prezioso ecosistema del nostro pianeta.

Coralli

I reef corallini tropicali sono un simbolo della bellezza della natura. Questi giardini marini dagli splendidi colori sono fra gli ecosistemi più ricchi di specie e più antichi della terra.
© Jürgen Freund / WWF

Squali

Gli squali esistono da oltre 400 milioni di anni. Vivono nei mari di tutto il mondo, alcuni addirittura in acqua dolce. Delle 400 specie di squali finora conosciute.
© naturepl.com / Alex Mustard / WWF
prev next